Come leggere le notizie finanziare pt.4

Siamo arrivati alla fine di questa serie su come leggere le notizie finanziarie.

Se nella prima mail abbiamo parlato di conflitto di interessi, nella seconda di come selezionare le fonti e nella terza di bias o distorsioni cognitive, in quest’ultima newsletter voglio mostrarti come applicare nella pratica tutto quello che ti ho spiegato fino ad ora.

Per farlo, ho dovuto setacciare il Sole 24 Ore in cerca di uno spunto interessante e ho trovato questo articolo:

(Qui puoi trovare la versione completa).

Ho selezionato questo articolo perché parla di finanza comportamentale, una materia in cui il mio filtro anti-cavolate è molto efficiente, nonostante il titolo tenti di dargli un tocco di attualità con “in questa fase“, è comunque un tema sempreverde che può valere per qualsiasi occasione.

Per prima cosa, diamo un’occhiata all’autore di questo pezzo: Ken Fisher.

Potrebbe essere chiunque, ma in realtà è un miliardario, fondatore della Fisher Investments, una società di investimenti dedicata prevalentemente ad individui con un patrimonio netto molto elevato, che opera sui mercati da più di 40 anni, come puoi vedere dalla sua biografia originale.

Questo significa che vista la sua enorme esperienza sui mercati, quello che ha da dire sulla psicologia sugli investimenti ha un valore molto più elevato rispetto ad altri. Quindi, per questo articolo, si conferma essere un autore valido e con un punto di vista che merita attenzione.

Passiamo alla lettura dell’articolo.

I concetti fondamentali sono 3:

  1. impara a lasciare fuori le tue emozioni dal processo di investimento;
  2. vendere perché si è tornati a pari dopo una discesa brusca senza avere una strategia di investimento è un errore;
  3. tentare di schivare un mercato in ribasso può costare un sacco di stress e di soldi.

Una volta identificati questi concetti, vediamo se reggono il filtro anti-cavolate che abbiamo sviluppato.

Da un punto di vista di bias esterni, sono molto puliti.

Non ci sono sfumature politiche, ma ci potrebbe essere un piccolo conflitto di interessi da parte dell’autore (che guadagna tanto più il mercato sale e tanto più i suoi clienti rimangono investiti) a portare avanti questa convinzione.

Tuttavia, in questo caso, il suo interesse e i fatti coincidono.

Guarda questo grafico:

Mancando i 5 migliori giorni sul mercato azionario in 25 anni (!) il tuo rendimento totale si sarebbe dimezzato.

Una dimostrazione di quanto sia importante rimanere investiti, specialmente perché prevedere quali saranno i 5 giorni migliori è praticamente impossibile.

Quindi, anche se c’è un microscopico conflitto di interessi, esso non è rilevante: i fatti riportati coincidono con la verità.

A questo punto, andiamo a verificare il confirmationbias.

Per farlo, dobbiamo fare l’avvocato del diavolo e ribaltare le tesi.

  1. Investi basandoti solo sulle emozioni.

Questa non funziona.

Non solo trader, investitori di lungo periodo e gestori di capitali per terzi dicono tutti il contrario, ma è dimostrato che chi si fa guidare da paura e avidità compra a prezzi troppo elevati e vende a prezzi troppo bassi, perdendo ogni volta.

Quindi, la prima tesi è vera.

  1. Vendere perché si è tornati a pari dopo una discesa brusca senza avere una strategia di investimento è un’ottima idea.

Alcuni studi confermano che neppure i professionisti azzeccano il momento giusto quando si tratta di vendere; quindi vendere, dopo aver recuperato le perdite, potrebbe essere un’idea accettabile.

Il problema è che questo va in conflitto con il punto precedente.

Vendere in questa situazione è una scelta basata sulle emozioni, fatta senza avere in mente una strategia per rimettere al lavoro i propri soldi.

In questo caso si rischia di entrare nel momento sbagliato o di rimanere fuori durante un andamento rialzista.

  1. Tentare di schivare un mercato in ribasso è facile e ti fa guadagnare un sacco di soldi.

Indubbiamente la prima parte è falsa (i mercati sono imprevedibili), ma la seconda, a sorpresa, è vera.

Se si riuscisse a creare un sistema in grado di prevedere sistematicamente i ribassi, si potrebbero aumentare di parecchio i rendimenti.

Questo è il sacro Graal degli investimenti e tutti gli investitori attivi lo stanno cercando (o dicono di averlo già), ma la verità è che, ad oggi, non c’è un sistema infallibile per evitare i ribassi.

E quelli che esistono si perdono anche i rialzi più consistenti (in questi casi si fa una scelta consapevole di avere meno rendimento a fronte di una minore volatilità).

Tuttavia, la scelta migliore sarebbe quella di rimanere investiti il più a lungo possibile con i soldi che si vogliono far lavorare per gli obiettivi di lungo periodo, e usare altri sistemi (come l’investimento secondo obiettivi che è la base del mio metodo di pianificazione finanziaria) per non preoccuparsi troppo dei ribassi.

L’unico punto debole di questo articolo è che sembra una traduzione da qualche testo inglese e l’utilizzo di alcuni termini che potrebbero risultare strani per chi si sta affacciando al mondo dei mercati finanziari, come mercato Toro (che sale), Orso (che scende) e Sentiment (l’opinione degli imprenditori).

Ma al netto delle supercazzole, è comunque un articolo interessante che ha passato il nostro filtro anti-cavolate.

Per riassumere, questo è il processo da seguire:

  • seleziona le notizie che vuoi leggere in base a un primo filtro anti-cavolate;
  • fai una verifica su chi è l’autore e quali potenziali conflitti di interessi può avere;
  • fai un’analisi del testo per individuare le tesi dell’autore ed eventuali punti deboli;
  • fact and biascheck: verifica se quello che viene detto è confermato da altre fonti, se ci sono sfumature politiche relative alla professione dell’autore;
    E, per evitare di cadere nel confirmationbias, verifica se la tesi opposta potrebbe essere valida.
  • se l’articolo si rivela interessante, aggiungi l’autore alla lista delle tue fonti fidate.

Ripeti il processo per tutte le notizie che valgono la tua attenzione e nel giro di poco tempo diventerai un professionista nel leggere le notizie finanziarie.

Tabella dei Contenuti

Notizie più lette

Compila il modulo per iscriverti