Domande frequenti

Perchè ho a cuore il benessere dei miei assistiti; ma se vogliamo trascurare il lato emotivo ed emozionale…

 

  1. perchè sono un libero professionista e quindi guadagno solo se l’assistito è soddisfatto e continua a rimanere con me
  2. perché essendo remunerato in base alle masse che gestisco, se l’assistito dovesse perdere dei soldi, anche io subirei un danno economico.
  3. perchè aiuto le persone a risparmiare, guadagnare di più, investire e andare in pensione
  1. Obiettivi di vita (a cosa mi servono questi soldi?)
  2. Orizzonte temporale (per quanto tempo posso non toccare questi soldi?)
  3. Profilo di rischio (in questi anni quali oscillazioni posso tollerare?)
  1. State alla larga da chi vi propone guadagni elevati, in breve tempo, magari anche dicendo che è senza rischio. Non esistono ricette magiche per diventare ricchi! (Chiedetevi sempre: se conosce il segreto perchè dovresti dirlo a me?)
  2. State alla larga da chi parla sempre di soldi, di mercati, di finanza, senza interessarsi veramente ai vostri obiettivi personali, non vuole trovare gli strumenti adatti per voi ma solo vendervi qualcosa.
  3. Da chi vi propone qualcosa di garantito. In finanza nulla è garantito, MAI (anche se c’è scritto su un contratto). Se l’emittente dovesse avere problemi potreste perdere in tutto o in parte gli interessi e/o il capitale investito. Generalmente chi vi propone qualcosa del genere è sempre in conflitto d’interesse.
  1. Conto corrente
  2. Servizi di consulenza e pianificazione finanziaria
  3. Servizi di lending (affidamento di conto corrente)

Ci sono tre percorsi disponibili:

 

  1. Basic: per chi vuole una banca solida a cui affidarsi e beneficiare di tutti i servizi bancari con un unico referente ed un team a supporto per ogni esigenza
  2. Personal: per chi vuole ampliare il percorso Basic ed aumentare la propria consapevolezza finanziaria, creando un piano personalizzato per la gestione dei propri soldi e dei propri investimenti
  3. Annuity: per chi vuole i servizi Basic e Personal e dispone di un capitale importante da poter creare un processo reale e solido per ottenere una rendita

Non me ne occupo direttamente ma attraverso il mio team di professionisti.

 

Il mio ruolo è innanzitutto quello di valutare la finalità degli immobili e in base a questo valutarne l’acquisto, la vendita, la ristrutturazione/riqualificazione, l’affitto, la donazione, il comodato, usufrutto, ecc.. e fare valutazioni se si tratta di un immobile strumentale per la propria attività, della prima casa dove vivere,di una seconda casa per le vacanze o di un immobile acquistato per investimento.

 

Insieme alla mia agente di riferimento Claudia Sanna valutiamo tutti gli aspetti, ancor più se si tratta di immobili acquistati come investimento (magari messi a reddito), quali: fiscalità, costi di mantenimento, costo opportunità del mancato investimento in altri asset, tempi di liquidabilità, scarsa frazionabilità, rischi vari connessi all’investimento immobiliare.

 

Valutare un investimento immobiliare è particolarmente difficile perchè si fa difficoltà a dare il giusto valore di un immobile, perchè ci sono aspetti emotivi/affettivi che influenzano le decisioni e c’è una cronica sottovalutazione dei rischi connessi al mercato immobiliare. Per questo serve l’ausilio di un professionista.

Certo. L’obiettivo, insieme, è quello, prima di tutto, di proteggere il vostro patrimonio per non disperdere ricchezza.  

Il patrimonio va protetto da aggressioni di terze parti (per questo esistono prodotti legislativi ad hoc) e da un futuro passaggio generazionale che, troppo spesso, viene lasciato al caso o alla legge. Oggi l’Italia è ritenuta un paradiso fiscale dal punto di vista delle tasse di donazione e successione, infatti mediante un’attenta pianificazione si può azzerare o quasi il carico fiscale.

Ma bisogna agire! Altrimenti i vostri sforzi in vita potrebbero essere vanificati.