Concentrati su ciò che puoi controllare.

Il 2019 si è chiuso.
Il bilancio dell’anno lo hai fatto. (Vero?)

Ora è tempo di iniziare a progettare il futuro, anche di questo 2020.

Le domande che più mi sono arrivate in questi giorni riguardavano prettamente mie opinioni su derivati, MES, Banca di Bari.

Mi fa piacere essere considerato, ma al tempo stesso la mia risposta in materia è sempre “Spegni la televisione (e smetti di seguire le notizie che non influenzano il tuo futuro)”.

E con l’inizio del nuovo anno, con questa prima lettera digitale, voglio farti un piccolo regalo:

una lettera che spiega alla perfezione su cosa ha senso concentrarsi e su cosa si può ignorare, considerandolo come rumore di fondo.

Questa classificazione è basata sulla percentuale di controllo che hai.

Totale, parziale, nulla.

Partiamo dall’ultimo gruppo, ovvero su cosa hai controllo nullo.

Beh ovviamente, come già mi hai sentito dire spesso, i rendimenti che il mercato ti farà portare a casa nei prossimi anni, ma anche le politiche fiscali e, aggiungerei, tutte le notizie di gossip finanziario (qui ci rientrano tutte le previsioni su come andrà il 2020, quale sarà l’asset class che farà meglio delle altre e i buontemponi che propinano il prodotto magico di turno).

Ogni minuto dedicato a queste attività è un minuto tolto ad attività più produttive e che ti renderanno più felice.

Io devo seguire, almeno in parte, queste notizie per lavoro e finora non ne ho mai trovata una che potessi applicare concretamente al mio piano di investimento finanziario.

Più che altro è da considerare un buon sostituto a Netflix ma niente più.

La seconda categoria è quella del controllo parziale.

Qui ci rientrano quelle attività dove hai un minimo di controllo, ma sei comunque dipendenti da un fonte esterna… ovvero, prima di ogni cosa, il reddito, dato che dipende dal tuo datore di lavoro e/o dai tuoi clienti.

Parziale perchè puoi influenzarlo aggiungendo nuovi clienti o negoziando uno stipendio più alto, ma alla fine c’è qualcun’altro che dovrà essere coinvolto in questa decisione.

Ma rientra anche l’aspetto longevità, che non viene considerato o quantomeno sottovalutato, e che qui intendo in senso più ampio di età anagrafica.

La longevità si può e deve anche intendere come lunghezza di carriera.

Puoi scegliere lavori che, per definizione, puoi fare fino a 90 anni, ma altri lavori sono materialmente non praticabili.

Fare scelte di carriera strategiche è uno dei motivi principali del successo finanziario personale, ma dato che comporta tanto olio di gomito, lavoro, e la volontà di prendersi certi rischi è meno sponsorizzato rispetto a diventare ricco facendo trading online o altri modi dubbi.

E, alla fine, siamo arrivati a snocciolare tutte quelle attività su cui hai il 100% di autonomia.

Eccole qua:

  • le tue spese e il tuo stile di vita (a parte le emergenze, puoi sempre scegliere quello più adatto a te);
  • la tua asset allocation, cioè quanti soldi decidi di investire ed in cosa (azioni o obbligazioni singole, fondi comuni, polizze, etc.)

Queste decisioni sono quelle più importanti, perché sono quelle su cui hai più impatto e che puoi cambiare immediatamente a tuo favore, senza dover aspettare un colpo di fortuna o un decisore esterno.

E pensa che sono pure quelle meno sexy del mondo finanziario… ma sono quelle che nel lungo periodo ti faranno portare a casa i risultati migliori.

Ad esempio: diversi studi accademici hanno dimostrato che il 90% dei risultati dei nostri investimenti non dipendono dai singoli prodotti, ma dall’asset che abbiamo scelto.

Quindi, per questo 2020 ricordato di spegnere la TV, passare più tempo con le persone che amo e di concentrare le tue energie solo sugli elementi su cui hai il controllo.

Ti posso garantire che il resto verrà da sè.

Francesco

Tabella dei Contenuti

Notizie più lette

Compila il modulo per iscriverti