La regola per imparare ad investire con successo.

Nella newsletter di oggi troverai la vera linea guida per investire con successo.

Molti pensano che per investire con successo sia necessario seguire le mosse dei grandi investitori professionisti. Ma più volte ho spiegato che non c’è nulla di più sbagliato. Anche perché, agli investitori non professionisti come te, basta molto meno per riuscire a investire con successo; sì, hai capito bene: per un investitore professionista è tutto molto più complicato.

Investitori professionisti vs non professionisti
La parola “investire” ha diverse sfumature e significati a seconda di chi la usa.

Per un imprenditore ha un significato diverso rispetto a un lavoratore dipendente o rispetto a un gestore di un fondo.

Lasciando da parte il primo caso, in cui investire significa far crescere e prosperare la propria azienda, gli altri due possono sembrare molto simili.

Dopotutto, sia un investitore non professionista che un gestore investono negli stessi mercati finanziari e in prodotti basati sugli stessi elementi: azioni, obbligazioni, valute e materie prime.
Eppure, non è così.

Investitori professionisti e non professionisti giocano due partite completamente diverse.

Se non conosci le differenze tra questi due sport, rischi di fare errori enormi che ti porteranno a perdere i tuoi soldi.

Quando il gioco è lo stesso ma la strategia per vincere è completamente diversa
Che cosa hanno in comune il tennis e gli investimenti?
All’apparenza molto poco.

Il tennis è uno sport individuale, mentre il mondo degli investimenti è aperto a milioni di persone che operano in contemporanea sui mercati.
Una volta finita una partita di tennis puoi riposarti, mentre invece nel mondo degli investimenti devi giocare in continuazione per molti anni, se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi.

Eppure c’è un aspetto molto interessante preso in prestito dal mondo del tennis che si può applicare anche al mondo degli investimenti.

L’enorme differenza tra il modo in cui professionisti e non professionisti si comportano.

Charles Ellis, un consulente finanziario indipendente americano, spiega questo concetto alla perfezione, proprio attraverso la metafora del tennis.

Esistono infatti due tipi di tennis.

Quello giocato dai tennisti della domenica e quello giocato dai professionisti.

Nonostante abbiano le stesse regole e si svolgano sulla stessa superficie, la strategia per vincere è completamente diversa.

Per vincere un match contro un altro non professionista come te, non devi fare la battuta perfetta o avere un rovescio imprendibile.

È sufficiente continuare a ributtare la palla dall’altra parte e aspettare che il tuo avversario faccia un errore.

Non dovrai fare granché, molto spesso sarà il tuo avversario ad autodistruggersi.

Ad esempio, quando cercherà il colpo spettacolare per portare a casa un punto.

Dato che non ha la tecnica necessaria, fallirà 9 volte su 10.

Usando questa filosofia non diventerai mai Roger Federer, ma sarai inarrestabile.

Al contrario, i giocatori di tennis professionisti non possono contare su questo approccio.

Sono persone pagate per vincere e spendono un sacco di tempo nel perfezionare la loro tecnica.
Il colpo perfetto è quello che gli permetterà di vincere la partita.

Per questo devono prendersi dei rischi calcolati e cercare di far sbagliare l’avversario con colpi sempre più difficili, giocando contro le sue debolezze.

A tutti piacerebbe essere nel gruppo dei professionisti, ma la verità è che, nel mondo degli investimenti, molti di noi si trovano nel primo gruppo.

E anche qui, anziché tentare di ottenere il colpo del secolo cercando la nuova Apple, la prima cosa da fare per investire con successo è avere un solido sistema per non commettere errori.
Tutto il mio processo è si basa su questo ma, senza entrare troppo nel tecnico, ci sono miglioramenti psicologici che puoi applicare subito al tuo processo di investimento.

In particolare, evita di cacciarti in situazioni in cui finirai per commettere errori.

7 motivi per cui potresti commettere errori di investimento
Facendo un po’ di ricerca e confrontando alcuni studi a riguardo, ho riassunto per te le 7 ragioni più comuni per cui la gente commette grossi errori quando prova a prendere le giuste decisioni di investimento:

  1. si trova al di fuori del proprio ambiente normale (zona di comfort) o cambia qualche abitudine;
  2. si trova in un gruppo;
  3. si trova in presenza di un esperto, o essere un esperto affetto da eccesso di sicurezza nelle sue opinioni;
  4. fa un’attività che richiede una concentrazione estrema;
  5. si trova in una situazione di sovraccarico di informazioni;
  6. soffre di stress fisico o emozionale, senso di fatica;
  7. avverte un senso di urgenza.

Come puoi usare questa lista per migliorare il tuo processo di investimento?

Ti basterà fare esattamente il contrario!

Quindi, non prendere decisioni di investimento quando sei in vacanza in un posto nuovo e ti convinci di poter sopportare più rischio di quella che è invece la tua reale soglia di tolleranza al rischio.

Non prendere decisioni di investimento quando pensi che tutti stiano comprando un prodotto finanziario e tu sarai l’unico a rimanerne fuori, perdendo l’occasione della vita.

Quando un esperto non ti convince completamente, quando sei di fretta o stordito dal grande numero di informazioni che hai ricevuto.

Il modo migliore per non sbagliare quando prendi queste decisioni delicate è rallentare.

Lascia che nuovi concetti, abitudini e modi di pensare diventino parte di te.
Prendi le tue decisioni di investimento in uno stato di tranquillità, né troppo euforico né troppo depresso.

E una volta che avrai impostato il tuo piano di investimento seguilo con serenità.

La stessa che useresti nel ributtare la palla dall’altra parte mentre aspetti l’errore dell’avversario.

Tabella dei Contenuti

Notizie più lette

Compila il modulo per iscriverti