Meno informazioni, più processi.

Ti è mai capitato di ascoltare una lezione, un documentario, una serie ed essere sul momento estremamente contento, o contenta, di quante nuove informazioni e idee avessi appreso?

A me spesso.

Puntualmente dopo qualche mese, a volte qualche settimana, a malapena ricordo il tema trattato, anche quando mi interessava particolarmente.

Ma perché succede questo?

Perché le informazioni, i dati, le idee e i concetti da soli semplicemente non bastano per influenzare il nostro comportamento.
 
E ciò che non influenza il nostro comportamento viene presto dimenticato.

C’è un’enorme differenza tra memorizzare (o recepire passivamente) una mole infinita di informazioni e capire veramente il significato di un concetto e tradurlo in un’azione coerente.

Ti faccio un esempio a tema alfabetizzazione finanziaria.

Potresti essere a conoscenza delle formule matematiche alla base del piano di ammortamento alla francese per i mutui (ammesso che sappia cosa sia). O sapere esattamente quali sono stati i rendimenti di tutti i mercati esistenti dal 1960 ad oggi. O ancora, conoscere a menadito tutte le tecniche di budgeting esistenti sulla terra.

Ma quanto realmente queste informazioni isolate e specifiche possono cambiare in meglio il tuo rapporto con il denaro e aiutarti nella tua pianificazione finanziaria?

Molto poco.

Formule, dati e grafici raramente possono indurre un cambiamento comportamentale.

Chiunque tenti da anni di smettere di fumare o di perdere peso potrà confermarlo.

La maggior parte delle persone sa che risparmiare è un bene. Potrebbero anche sapere qual è l’impatto positivo del risparmio nel processo di creazione della ricchezza.

Non basta.

Non basta perché l’informazione “risparmiare = bene” non ti dice nulla su come risparmiare.

Ti dice il “cosa”, ma non ti dà nessuna indicazione sul “come”.

• Come si aumenta il tasso di risparmio?
• Come si pianifica il risparmio?
• Come si evitano gli errori più comuni quando si tratta di spese consapevoli?

Tutte domande a cui è impossibile rispondere se non si è compreso come funziona la natura umana e come si comportano le persone quando hanno a che fare col mondo del denaro.

Negli anni ‘60 del secolo scorso, alcuni ricercatori di Yale hanno condotto un esperimento in cui tentavano di convincere gli studenti a sottoporsi al vaccino contro il tetano.

Al primo gruppo di studenti fu impartita una convincente lezione sull’importanza del vaccino.

Tutti gli studenti furono persuasi dell’importanza del vaccino e dichiararono che avrebbero preso appuntamento per sottoporsi alla vaccinazione.

Solo il 3% poi effettivamente lo fece.

Al secondo gruppo venne ripetuta la medesima lezione, ma questa volta agli studenti venne anche fornita una mappa che indicava dove si trovava il centro vaccinale dell’istituto e gli fu data la possibilità di prenotarsi direttamente al termine della lezione.

Oltre il 30% dei partecipanti effettivamente si sottopose a vaccinazione.

L’esito di questo esperimento spiega bene perché alle persone non bastano solo più informazioni per influenzare positivamente i loro comportamenti.

Alle persone, e nel nostro caso, ai risparmia(investi)tori, servono processi che minimizzino gli errori comportamentali, una mappa che li guidi nel loro percorso di pianificazione finanziaria.

Sistemi di controllo in grado di ridurre bias comportamentali quali l’eccesso di sicurezza, l’estrema avversione alle perdite, il framing, la paura e l’avidità.

Sotto questo punto di vista, la conoscenza finanziaria (le nozioni, il “cosa”) è certamente una parte integrante dell’alfabetizzazione finanziaria (il “cosa” + i processi, “il come”).

Ma i due termini non sono affatto sinonimi.

L’alfabetizzazione finanziaria ha un’ulteriore dimensione pratica e applicativa che include la capacità e l’abilità di usare le proprie conoscenze finanziarie per architettare scelte finanziarie.

Non cercare più informazioni, costruisci processi che migliorino i tuoi comportamenti e ti aiutino a prendere decisioni migliori.

Solo così potrai raggiungere i tuoi obiettivi di investimento e di vita più ambiziosi.

Tabella dei Contenuti

Notizie più lette

Uncategorized

Eventi, volatilità e paure.

questo articolo è ispirato a queste ultime giornate molto volatili sui mercati finanziari. Siamo sull’ottovolante, o sulle montagne russe se preferisci, la questione è, per …

Leggi ora →
Uncategorized

Come leggere le notizie finanziarie pt.3

nella prima parte di questa miniserie abbiamo analizzato il conflitto d’interesse che impedisce ai media di essere completamente oggettivi; nella seconda abbiamo invece visto qual …

Leggi ora →
Finanza comportamentale

DIVENTA UN RISPARMIA(INVESTI)TORE – PARTE 4

Eccoci alla quarta puntata, della nostra mini-serie su come diventare un investitore. Iniziamo! ? Come diventare un Risparmia(investi)tore – Parte 4 Ti sei mai chiest* qual è …

Leggi ora →
Uncategorized

5 consigli per investire senza paura.

Buongiorno e buon mercoledì! Ho iniziato a nuotare da piccolo, seguendo diversi corsi in piscina per più di 10 anni, per questo ho molta familiarità con …

Leggi ora →
Uncategorized

La regola per imparare ad investire con successo.

Nella newsletter di oggi troverai la vera linea guida per investire con successo. Molti pensano che per investire con successo sia necessario seguire le mosse dei grandi …

Leggi ora →
Uncategorized

Coronavirus e Brexit: possibili criticità

In queste settimane abbiamo assistito a due fatti che hanno catturato l’attenzione mediatica e dei mercati finanziari: il CoronaVirus e la Brexit. Di questo oggi …

Leggi ora →

Iscriviti alla mia newsletter