Come leggere le notizie finanziare pt.1

Cominciamo oggi una miniserie, di 4 puntate, fondamentale per il cammino verso la conoscenza, la consapevolezza e la pianificazione finanziaria. Perché riuscire a prendere il meglio dalle notizie finanziarie (e non solo) è diventato una sorta di superpotere che ti può aiutare a prendere decisioni migliori.

Quindi, in questa serie di mail, vedremo come costruire un efficiente filtro anti-cavolate che ti permetterà di individuare solo le notizie più importanti per te.

Comincio, velocemente credimi, da quando ero piccolo… e vivevo con i miei genitori.
 
Il telegiornale delle otto di sera era un rito sacro. Trenta minuti in cui si poteva avere una finestra sull’Italia e sul mondo.

(Da grande ho poi realizzato che i telegiornali sono pieni di spazzatura, ma questa è un’altra storia).

Poi, con l’arrivo di Internet, il numero di informazioni disponibili è letteralmente esploso.

Siti internet, blog, pagine Facebook, video su Youtube e mille altri canali che permettono di avere accesso a tutto il sapere umano in un paio di click.

Nonostante questo sia esaltante, è importante ricordarsi come “tutto il sapere umano” significhi davvero TUTTO.

Su Internet si possono infatti trovare montagne di sterco, come un sacco di perle.

Ma mentre lo sterco è in bella vista, le perle sono invece molto più nascoste (e talvolta sono anche a pagamento).

Come se non bastasse, anche i contenuti più interessanti devono essere letti in modo critico, visto che quando parliamo di informazioni e notizie, è fondamentale ricordarsi dell’enorme conflitto di interessi di cui molti non sono consapevoli.

Ed è proprio di conflitto di interessi che voglio parlarti oggi, in questa prima mail della miniserie Come leggere le notizie finanziarie“.

Vediamo subito come funziona.

Il tuo obiettivo, come lettore, è quello di ricevere informazioni utili, che migliorino la tua vita e ti aiutino a prendere decisioni migliori.

E se non sono scritte in un modo palloso, meglio ancora.

L’obiettivo di qualsiasi media è, invece, quello di catturare la tua attenzione il più a lungo possibile per rivenderla attraverso spazi pubblicitari ad aziende.

Non ci vuole uno scienziato per vedere che questi due obiettivi sono radicalmente diversi, eppure, fino a che non ci fermiamo sopra a rifletterci, questo fatto passa inosservato.

Le notizie che vedi tutti i giorni, quindi, non hanno lo scopo di informarti o di aiutarti a prendere decisioni migliori, ma quello di impossessarsi della tua attenzione a qualsiasi costo.

Come fanno i media a catturare la tua attenzione?

Sfruttando senza pietà i bug e i bias presenti nel tuo, nel nostro, cervello.

Possono farlo a un livello più tradizionale, e quindi parlando il più possibile di notizie negative, che fanno paura, ma che catturano di più la nostra attenzione.

O manipolando i fatti, in modo che vadano a rispecchiare idee di cui sei già convinto.

In altre parole, sfruttano i concetti di avversione alla perdita e bias di conferma (se hai letto qualche precedente mail sai di cosa sto parlando).

E questo lo fanno tutti, chi più chi meno.

Sia le testate giornalistiche più rinomate che i blog di nicchia.

Tutti vogliono catturare la tua attenzione per poi usarla per i loro secondi fini.

Quindi, il primo passo da fare quando si leggono notizie finanziarie (e non solo) è quello di sviluppare un sano scetticismo.

Non farti alcuna opinione dopo aver letto il titolo di una notizia, ma approfondisci e cerca di vedere lo stesso fatto da più angolazioni diverse.

Ovviamente, essendo questo un lavoraccio, deve essere fatto solo con poche notizie ben selezionate: ossia quelle notizie che possono avere un impatto significativo nella tua vita.

Sulle altre (e qui so che sto per dire qualcosa di molto impopolare), ti consiglio di usare un approccio molto pragmatico: ignorale completamente.

Le notizie davvero importanti arriveranno a te in un modo o nell’altro, mentre il tempo e l’attenzione che guadagnerai evitando di seguire la cronaca relativa all’ultimo tragico delitto, potranno essere usati per altro.

C’è però una precisazione che devo fare.

Molto spesso, quando le persone scoprono che alcune notizie sono manipolate per attirare la loro attenzione, si arrabbiano e passano al lato opposto.

Si convincono che non c’è nulla di credibile in giro e che tutti raccontano panzane.

In alcuni casi, finiscono per credere a teorie ancora più assurde, come quella sui rettiliani al potere, sui terrapiattisti e altre amenità varie.

Per questo, come ti dicevo all’inizio, oggi riuscire a prendere il meglio dalle notizie finanziarie (e non solo) è diventato una sorta di superpotere che ti può aiutare a prendere decisioni migliori.

Ti garantisco che alla fine di questo percorso saprai dove trovare notizie affidabili e come interpretarle, oltre a ignorare tutto il resto che è inutile o addirittura dannoso.

Ti aspetto la prossima settimana con la seconda email della serie, dove andremo ad approfondire le fonti da cui attingere le notizie.

Tabella dei Contenuti

Notizie più lette

Compila il modulo per iscriverti