Perché è importante gestire bene i tuoi soldi.

Grazie alle abitudini apprese dal mio lavoro e dai miei genitori sono diventato un buon risparmiatore.

Ammetto che quando ero giovane però… beh tendevo più a “vivere alla giornata” e sperperare denaro, senza una visione futura.

Questa attitudine mi è tornata molto utile quando ho iniziato a investire per me.

Come spiego sempre, imparare a risparmiare è l’abilità finanziaria numero uno che bisogna saper padroneggiare per poter investire al meglio.

Il perché è semplice.

Quando si parla di finanza personale e di investimenti, esattamente come nella vita, ci sono fattori che sono sotto il tuo controllo (e che quindi puoi gestire) e fattori che non lo sono.

Per esempio, l’andamento dei mercati non è sotto il tuo controllo.
I rendimenti giornalieri dei tuoi investimenti non sono sotto il tuo controllo.
Ma risparmiare sì.

Quindi, prima ancora di investire, è importante risparmiare e accumulare denaro.

Ciò è possibile non solo incrementando le tue entrate ma anche attraverso una più corretta gestione dei tuoi soldi (grazie al conto economico).

Risparmiare e gestire bene i tuoi soldi: i due estremi
 
Ci sono due estremi quando si tratta di risparmiare e spendere il proprio denaro.

Il primo è costituito da quelle persone che non risparmiano nulla e spendono ogni centesimo che guadagnano.

Ciò è dovuto al fatto che viviamo in una società consumistica, per certi versi nemica del risparmio, dove moltissime persone vivono come se fossero milionarie, anche quando non lo sono.

Ristoranti stellati, abiti firmati, viaggi in giro per il mondo, aperitivi e così via.

Le scelte economiche, in questo caso la scelta tra spendere e risparmiare, vengono fatte soprattutto in relazione a che impressione vogliamo dare agli altri di noi.

Il secondo estremo è invece costituito da quelle persone che risparmiano ogni centesimo, privandosi di qualsiasi cosa.

Ora, risparmiare è importante, ma renderlo il proprio obiettivo di vita non è certamente una scelta sostenibile.

Tu, tra questi due estremi, dove ti collochi?
Gestisci bene i tuoi soldi senza fare inutili sacrifici

La maggior parte delle persone associano il risparmio all’idea del dolore e della privazione.

La verità è invece che si può risparmiare senza fare inutili sacrifici, semplicemente imparando a gestire i propri soldi in maniera più consapevole, identificando, prima di tutto, dove questo denaro viene speso.

Il concetto di base è molto semplice: spendi (anche in maniera importante) in ciò che davvero ami ed elimina tutte quelle spese che non sono essenziali e che sostieni solamente per impressionare gli altri.

La regola generale è dunque questa: il 20% delle tue spese mensili può essere dedicato a ciò che ami e che ti fa stare bene.

Vuoi mangiare tre volte a settimana in un bel ristorante? Nessuno te lo impedisce se questa è la tua passione.
Vuoi comprare vestiti costosi perché ami essere alla moda? Va benissimo se questo è ciò che ti fa stare bene.
Hai deciso di farti aiutare da un collaboratore o una collaboratrice domestica per le mansioni di casa? È un’ottima soluzione se questo ti libera del tempo per fare altre attività che ti danno maggiore soddisfazione.

Per me, per esempio, è importante avere tempo da dedicare alla mia famiglia, avere tempo per me stesso, investendo nella formazione, nello studio e nella mia azienda di consulenza finanziaria.

Le mie priorità sono quindi:

  • le relazioni;
  • la formazione personale e professionale
  • lo sport

Ed è proprio a queste priorità che dedico quel 20% delle mie spese mensili.

Sul resto taglio tutto, così facendo risparmio senza sacrificare ciò che è importante per me.

Quindi, se spendi i tuoi soldi in oggetti o attività che:

  • ti fanno stare bene;
  • sono coerenti con il tuo reddito e il tuo patrimonio;
  • ti permettono comunque di risparmiare una quota coerente con le tue entrate;

va benissimo così e sono il primo a dirti di farlo.

Se no a che servono i soldi?

In caso contrario, nessuno, e neppure tu, si ricorderà di quel paio di scarpe, di quell’abito costoso che indossavi 10 anni fa in una determinata occasione.

Ma probabilmente gli altri si ricorderanno della tua presenza in quella determinata occasione, indipendentemente da come eri vestito, o vestita.

Tabella dei Contenuti

Notizie più lette

Compila il modulo per iscriverti